Disinnesco bomba a Pianoro, maxi evacuazione

Domenica 18 novembre, 2018

Anche in questa occasione i volontari del nostro comitato hanno partecipato alle operazioni di evacuazione dell’ordigno bellico ritrovato; 
sono stati  circa 50 i volontari della CRI provenienti da tutte le sedi del nostro comitato  e  18  i nostri mezzi mezzi impegnati contando le auto, mezzi disabili, ambulanze e il  camion radio comunicazione. 
Tutti sono stati impegnati a partire dalle 4.30 del mattino per garantire l’evacuazione di  6700 persone che, dalle 7.00 del mattino, dovevano già trovarsi lontane dalle loro abitazioni. 
 
Molte delle nostre forze sono state occupate nell’evacuazione delle case di riposo, operazione estremamente delicata, data la particolare fragilità delle persone interessate.
Fondamentale la presenza  della nostra postazione mobile di radio-comunicazione e lo staff di CRI di coordinamento con l’unità di crisi della Protezione Civile per la gestione  del piano di evacuazione delle persone con difficoltà motoria o non autosufficienti.
La bomba di aereo da 50 Kg è stata spostata in una vecchia cava , in zona sicura, per poi essere fatta brillare dal Genio Ferrovieri ; le operazioni si sono concluse nel primo pomeriggio, con il rientro a casa di tutte le persone affidate alla nostra gestione 
La collaborazione  di CRI con la Protezione Civile, le Forze di sicurezza e le altre associazioni di volontariato presenti è stata ancora una volta determinante per la buona riuscita delle operazioni.
Ringraziamo i tutti i volontari che si sono prodigati con impegno per la sicurezza e nel conforto delle persone fragili.