Incontro di in-formazione sulle dipendenze

“Quanto conosciamo delle dipendenze?”

Condotto da:
Dott.ssa Floriana Menga – Servizio Psicosociale CRI ER Volontaria CRI Bologna, Psicologa e psicoterapeuta
Dott.re Marco Battini – Coordinatore Regionale Unità di Strada, Responsabile Area Sociale Associazione Papa Giovanni XXIII
Dott.ssa Maria Grazia Saccotelli – Servizio Psicosociale CRI ER, Volontaria CRI Imola, Dirigente Psicologo Resp. Consultorio Familiare AUSL Imola.

Sabato 25 maggio 2019 il Comitato di Bologna ha raccolto con entusiasmo l’invito della Delegata Tecnica Regionale, Obiettivo Strategico 2 – Inclusione Sociale, Monica Angnoli, a partecipare all’incontro “Quanto conosciamo delle dipendenze?”, volto alla sensibilizzazione in materia di dipendenze e all’approccio ad esse, svoltosi presso il Comitato di Imola, inviando volontari attivi in ambito socio-sanitario e interessati ad approfondire l’argomento.

Nella realtà di Imola si sono incontrati i Comitati CRI della Regione Emilia-Romagna e sono state affrontare tematiche stratificate e complesse che riguardano l’abuso e le dipendenze diffuse sul territorio e i relativi cambiamenti sociali che da esse derivano. Prevenzione ed emergenza sono state così unite dall’Obiettivo Strategico 2 per rendere tali tematiche fruibili in un’ottica di emergenza socio-sanitaria, vedendo come protagonista la Regione Emilia Romagna.

Il fenomeno delle dipendenze è un argomento molto complesso e diversificato che ha origini fin dall’antichità ma ora più che mai si sta radicando in ambienti e persone vulnerabili. Se, da un lato, negli ultimi anni in Italia si evidenzia un calo dei consumi di sostanze stupefacenti e del consumo di alcolici, dall’altro, crescono fenomeni quali il gioco d’azzardo compulsivo, dipendenze dall’abuso tecnologico, dipendenze affettive e, negli ultimi tempi, si è rilevato l’aumento di abuso nei giovani per la ricerca del piacere o per la ricerca dell’estraniazione da una realtà poco appagante.

Con l’obiettivo di conoscere meglio il fenomeno e la sua evoluzione nel territorio la CRI, composta da diverse realtà territoriali, si è unita per ampliare la consapevolezza e conoscenza dei volontari come argomento trasversale di fondamentale importanza perché spesso alcune malattie sono silenti e tendono a svilupparsi sotto l’aspetto di comune normalità.

Croce Rossa Italiana, fondata da principi e valori, dimostra ulteriormente la trasversalità fra soccorso e prevenzione, entrambi rivolti al bisogno delle persone e alla continua ricerca dell’equilibrio della persona sotto i suoi molteplici aspetti.