Campo Calabro, intitolazione di un quadrivio a ricordo di un gesto di solidarietà umana e sociale da parte della C.R.I. di Bologna.

Il Presidente del Comitato Bolognese della Croce Rossa, Dott. Marco Migliorini, è stato ricevuto il 27 agosto dal Sindaco di Campo Calabro Sandro Repaci. La visita, alla quale era presente anche una delegazione della Croce Rossa Italiana Comitato di Vallata del Gallico con il Presidente Dott. Diego Coppola ed i Consiglieri dottori Francesca Pintomalli, Marco Musolino, Maria Rizzuto, ha rinnovato l’antico patto di solidarietà fra il comune calabrese e la Croce Rossa bolognese, che nel 1909 donò un intero villaggio di case ai terremotati campesi, denominato appunto “Villaggio Bologna”. Tramite una sottoscrizione promossa dal sottocomitato bolognese della C.R. infatti, ben 23 comuni dell’Emilia e la Repubblica di San Marino permisero la costruzione di un villaggio la cui disposizione disegna ancora il centro urbano di Campo Calabro. La via che lo attraversava era denominata Via Bologna, poi scomparsa dalla toponomastica cittadina. Il 19 maggio 2019 , in occasione del 110° anniversario della consegna delle case alle famiglie campesi, l’Amministrazione Comunale a ricordo di quel gesto ha denominato il quadrivio centro, sottoposto ad un intervento di restyling, appunto “Largo Città di Bologna”. Sotto la targa che nel quadrivio ricorda il gesto di solidarietà umana e sociale, il Dott. Migliorini, impossibilitato a partecipare alla cerimonia dello scorso maggio, ha rinnovato al Sindaco Repaci la commossa gratitudine del Comitato bolognese per avere consentito di riportare alla luce uno dei gesti più significativi della centenaria attività del Comitato C.R.I. di Bologna.
(fonte “Il Dispaccio di Reggio Calabria”)