Restoring Family Links

@ e-mail: rfl.cri.bologna@cribo.it

Indirizzo: Via del Cane, 9 – 40124 Bologna (BO)

 

RESPONSABILE: Silvia Bergonzoni



Il Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa si impegna a ristabilire i legami familiari che si interrompano a causa di guerre, conflitti interni, disastri, migrazione o altre situazioni di emergenza umanitaria. Avvalendosi della sua rete internazionale, il Movimento supporta le persone che perdono il contatto con la propria famiglia, aiutandole a ripristinare e mantenere tale contatto tramite il servizio Restoring Family Links (RFL).

Il servizio RFL di Croce Rossa Italiana collabora regolarmente con i servizi RFL delle altre Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, con il Comitato Internazionale di Croce Rossa e l’Agenzia Centrale delle Ricerche di Ginevra, dialoga e collabora con le istituzioni e opera in sinergia con le associazioni umanitarie.

La rete RFL in Italia è costituita da personale della Croce Rossa Italiana che opera per:

Prevenire le separazioni familiari nei luoghi di transito e agli sbarchi, Croce Rossa Italiana informa le persone migranti del loro diritto all’unità familiare e dialoga con attori istituzionali e umanitari per evitare le separazioni;

Ristabilire e mantenere i contatti familiari avvalendosi della rete RFL nazionale e internazionale, Croce Rossa Italiana incontra le persone e attiva la ricerca dei loro familiari dei quali si sono perse le tracce, consegna Messaggi di Croce Rossa, offre la possibilità di contattare i propri cari e supporta coloro che

desiderano ricongiungersi;

Chiarire le sorti delle persone disperse nel Mediterraneo Croce Rossa Italiana collabora con il Commissario Straordinario del Governo per le Persone Scomparse e l’Istituto di Medicina Legale Labanof di Milano per facilitare l’identificazione di vittime di naufragi nel Mediterraneo.

 

Le Convenzioni di Ginevra (1949) hanno dato piena dignità giuridica:

  • al diritto alla corrispondenza,
  • al diritto delle famiglie di conoscere la sorte dei loro membri,
  • al principio dell’integrità familiare.

Ogni Società Nazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa deve garantire al suo interno, grazie ad una rete di uffici, un’attività diretta a rassicurare, informare e ristabilire tra i membri di una stessa famiglia le comunicazioni interrotte a causa di un conflitto armato, di tensioni interne o di una calamità naturale, collaborando con i Delegati del Comitato Internazionale della Croce Rossa e della Federazione Internazionale della Croce Rossa sul terreno.

Le conseguenze di questi eventi non sono solo fisiche ma anche sociali e psicologiche.

Proviamo ad immaginare:

  • cosa rappresenta la separazione da un proprio familiare od amico!
  • non sapere dove è, cosa fa, come sta!
  • non poter telefonare, non poter scrivere!

Le persone che si trovano in questa condizione sono dei “malati invisibili”.

Il Messaggio di Croce Rossa (MCR) rappresenta quasi sempre l’unico strumento capace di alimentare speranze di vita e di futuro in chi vive il lutto della separazione, la tragedia della guerra e dei conflitti e l’angoscia della perdita di notizie. E’ l’unico strumento capace di creare e mantenere un punto, anche se modestissimo e precario, di contatto con le persone care.

Il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa è l’unica organizzazione umanitaria chiamata a svolgere questa attività, senza la quale, per milioni di persone al mondo, non ci sarebbe più nemmeno la speranza.


Notizie

← Vedi tutte le notizie di RFL